PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il pianto silenzioso

Dieci mesi avevi, beatamente dormivi
un sonno profondo sognando chissà
quali giuochi, compagni, merende.
Il piccolo piedino insicuro, appoggiato
da ore in alto stava come sospeso,
e soffriva in quel modo.

Le mie amorevoli mani leggère lo colsero
per donargli un comodo sicuro rifugio,
nel profumato tuo innocente giaciglio.
Ahimè, il sonno Divino in un attimo svanì,
un pianto angelico si levò nell'aria silenziosa
spalancasti gli occhi, davanti a te uno sconosciuto.

La nonna dolcemente dondolò la tua culla
per donarti la pace ingiustamente rubata.
Il mio cuore soffrì per averti tradita,
ma il tuo dolce sorriso come un miracolo
colmò il mio cuore di tanta gioia.
Ti chiesi perdono e tu, di nuovo sorrisi.

Nei tre anni d'asilo cantavamo insieme
le lieti novelle che ogni giorno imparavi:
un disegno per me e uno alla nonna
sventolavi felice correndomi incontro,
al suono festoso della campanella.
Gioiosi, son stati per me quegli anni fugaci.

-Zio, zio, prendimi- urlava la tua giocosa vocina,
non naturale, ma zio putativo, ed ero felice
di questo regalo, e giocare con te.
Quante corse in bici, quanti calci al pallone,
rincorrersi a vicenda e poi cadere,
sbucciarsi le ginocchia sul duro sterrato.

Scilla e Nerone pigramente abbaiando
puntuali rincorrevano ogni trattore,
scacciando l'intruso lontano da te. Micol,
piccola Principessina, generoso dono di Dio

diventavi grande e il giusto sapere
t'allontanava sempre di più; tristi i miei giorni
senza di te, ormai lontana dagli occhi miei.
In rare occasioni posso ancora vederti,

troppo poco per me dolcissima figlia perduta
il mio cuore ti chiama, soffre e piange in silenzio,
è stato privato della linfa vitale: è giusto così.

Il tuo posto è altrove, assieme ai tuoi cari,
parlerò al mio cuore saprà capire e,
ogni giorno ti amerà... sempre di più.

 

6
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • giuseppe gianpaolo casarini il 11/07/2014 16:02
    Lirica commovente e di grande dolcezza..

    bella dedica.. dolci ricordi.. nostalgia. rimpianto..
    un gran bel poetare.

    ggc
  • alessandro mandelli il 11/08/2011 10:58
    Grazie Elisa, il tuo commento mi ha fatto tantissimo piacere, tante belle cose anche a te. Alessandro.
  • ELISA DURANTE il 11/08/2011 10:53
    Una storia che rimane dolcemente impigliata nel cuore: auguri e tanta serenità per il futuro della piccola Micol!
  • alessandro mandelli il 08/08/2011 08:35
    Dedicata alla mia piccola, dolce
    e amata pricipessina Micol.
    Micol, ti voglio tanto, tanto, tanto bene.
    Affettuosamente: zio sandro.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0