accedi   |   crea nuovo account

Deserto

Cammino a piedi nudi dentro me.
Sento il terreno arido sulla pelle,
il suo calore ardente
brucia i miei passi.
Da quanto tempo non scorre acqua tra i sassi
che costeggiano gli argini dell'anima mia.
Ecco cosa sono:
un deserto assetato.
Dove sono i sorrisi lieti
che sbocciavano come fiori
nei campi verdi dei miei giorni,
gli sguardi sinceri
accarezzare la rugiada dei miei inverni,
le mani tese
pronte a raccogliere
i frutti delle mie esperienze
dagli alberi dei miei errori?
Tutto è secco, tutto è vuoto.
Deserto.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 04/12/2011 17:56
    Incredibile come i raggi di questo sole che dovrebbero simboleggiare la vita e la gioia di vivere possano invece creare deserto e aridita'... morte e solitudine.
  • Anonimo il 05/09/2011 15:46
    sei molto brava marianna... veramente... metafore meravigliose... ed una ricerca interiore profonda... brava carla
  • Anonimo il 02/09/2011 01:49
    Scrivi divinamente. Versi struggenti carichi di nostalgia e rimpianti. Ma dentro siamo sempre noi stessi. Il tempo passa per gli altri non per i poeti.
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/08/2011 16:29
    Una poesia dove il poeta, confessando le proprie angosce e inquietudini, va all'attiva ricerca del bene e della bellezza interiore, onde meglio integrarsi e godere nel mondo che lo circonda.
  • Pepè il 20/08/2011 17:46
    Anch'io in questo periodo mi sento un po' così come scrivi tu.
  • Sergio Fravolini il 09/08/2011 06:58
    Un testo che racchiude un'amara realtà. Un testo profondo che avvolge il lettore. Mi piace.

    Sergio
  • michela salzillo il 08/08/2011 22:37
    Il fatto che tu ne abbia scritto, è sintomo chiaro di una certezza.
    Non è poi tutto così arido! Grazie per aver condiviso in chiave poetica le tue sensazioni.
    Mi è piaciuta, brava!
  • Bruno Briasco il 08/08/2011 15:11
    Una introspezione cruda... Prendila come tempo di meditazione e alleggerisciti di tanto peso. Vedrai albe migliori... stanne certa. È un augurio!

    Errata corrige:manca l'interrogativo dopo "errori".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0