PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oscura sera

Tutti ti temono perchè sei oscura
buoni e cattivi l'animo allerti,
misteriosa e decisa arrivi per tutti.
Ma io non temo l'amica puntuale
rassegnato non sono, orgoglioso si,
eccomi a te umilmente piegato.

Gli amati genitori a volte ho deluso,
buon marito a volte son stato, padre non so.
Solidale coi poveri in alcune occasioni.
Lavoratore assiduo, ma senza potere,
umile credente, a volte distratto,
il precetto del Giudice Padre, a volte ho mancato.

offese gravi, ma non tremende
a volte ho commesso da povero credente,
più volte perdonato gioisco per questo,
da: Ministri illustri e competenti.

Per questo Signore ho grande speranza,
e, sono sereno alla Tua chiamata,
non sei lontana già io lo sento
la barba mia bianca mi è testimone.

Il tempo rimasto sarà sufficiente
per redimere umilmente l'anima mia.
Sono stanco e deluso della vita terrena
ti sto aspettando, ma non imminente.

Se credi lo meriti potrò prepararmi
col vestito più bianco, come il candido giglio.
Stai arrivando, ti sento, leggera e misteriosa.

Ti prego, prendimi per mano Oscura Sera,
perchè in fondo non sono diverso,
come un bambino anch'io: ho timore del buio.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 13/08/2011 08:43
    questo tuo scritto assomiglia molto a due miei ... sei bravo ale...
    parole meravigliose ricche di speranza e di srenità complimenti ancora carla
  • alessandro mandelli il 11/08/2011 08:29
    osucra sera: è un evento naturale e inevitabile, non bisogna averne paura, anche se il buio eterno crea un umano, accettabile timore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0