PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non mi guardare cosi'

Perchè mi guardi cosi'?

Si
ho un girovita extra-large

ma tu cosa sai
di me?

Mi sono mangiato
me stesso per non pensare...

Ho divorato angosce
senza sapore e consistenza

Guarda la mia anima

è snella e chiara

dolce come la luna piena
in una notte d'Estate

cerca solo calore
per non affondare nella malinconia

Perchè mi guardi così?

Sono troppo magra

ma sai non piacevo a mia madre
non piacevo neppure a me stessa

volevo somigliare a Carla Bruni

adesso so che somiglio
ad un malato terminale

nel fisico finito

nell'anima rossa
e stanca

Un'anima che
ascolta
il suono del mare

espansa nel vento
in
granelli di sabbia dorata...

Non mi guardate così!

Amatemi... amatemi

e basta!

 

l'autore karen tognini ha riportato queste note sull'opera

Pensando alle tante persone che soffrono di disordini alimentari...


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • grazia savonelli il 12/08/2011 07:16
    bellissimi versi come sempre complimenti grazia
  • Anna Rossi il 11/08/2011 23:47
    versi che fanno riflettere.. "mi sono mangiato me stesso per non pensare" qui dentro c'è tutto il senso della poesia. 1ciao
  • loretta margherita citarei il 11/08/2011 22:16
    uno stile diverso ma intenso l'argomento brava karen
  • Bruno Briasco il 11/08/2011 20:15
    L'ho apprezzata in fecebook ma ripeto il commento: molto bella, un invito a non sottovalutarsi ma a volersi bene!
  • karen tognini il 11/08/2011 17:33
    Ed io ringrazio tutti voi di cuore...
  • anna rita pincopallo il 11/08/2011 15:13
    bravissima è bellissima... non mi guardate così! amatemi... amatemi e basta!
  • Lascio un apprezzamento anche per le parole di Andrea (le tre Botti)... stupende!!!
  • Solo poche parole... BRAVISSIMA!!!... dritta al cuore... gli occhi non possono non vedere l'anima che c'è oltre quello visibile... complimenti!!!
  • Andrea (le tre Botti) il 11/08/2011 14:15
    Qualcuno diceva :la mia pancia mi servere per tenere lontano quanto basta, le persone da me.
    Qualcun'altra:io non ho bisogno del cibo come non ho bisogno di niente e di nessuno.
    In entrambi i casi ciò che mancava nel troppo o nel niente è proprio il sentirsi amati!
  • Anonimo il 11/08/2011 13:43
    E noi l'ameremo, l'ameremo e basta. Girovita extralarge? Ahimé pure io! ma... siamo belli, o brutti, dentro!
  • Anonimo il 11/08/2011 13:39
    Questa tua poesia, riempirà il cuore d'amore a che mangia troppo e a chi mangia troppo poco. Brava. Sei stata un angelo a scriverla... Se ci fosse più amore ci sarebbero meno persone schiave di certe sofferenze. E tu, l'amore ce l'hai. È un amore delicato. Da madre... Le tue parole arrivano. Grazie a nome di tutti coloro che soffrono per aver pubblicato questa poesia da Antologia. Ciao.
  • cesare righi il 11/08/2011 11:35
    mOOOOOOOOOOOOOOOOlto bella anche se sei troppo:
    grassa magra bionda mora alta bassa gialla nera bianca
    ... ma chi se ne frega... dolcissima
  • Maurizio Cortese il 11/08/2011 11:25
    Un crescendo di emozione parola dopo parola.
  • Marco Briz il 11/08/2011 11:23
    Karen... penso che oramai i complimenti siano solo normalità quotidiana per ciò che ci regali, agli occhi e al animo. Ma se sono sinceri accettali ancor più volentieri... te lo dico con il cuore di un amico. Bravissima
  • Vincenzo Capitanucci il 11/08/2011 11:07
    Mi sono mangiato
    me stesso per non pensare...
    grandissima Karen... c'è Tutta la Tua sensibilità ed il modo in cui guardi gli Altri con profondità... d'Amore...
    non c'è da aggiungere altro...
    se non... mi son mangiato... me stesso... pensando... a livello di superficiali.. apparenze...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0