accedi   |   crea nuovo account

Zirli di tordo

Nei miei versi non c'è musica alcuna
Sono solo degli zirli di tordo
che avvicinano il dolce ricordo
degli affetti che il mio cuore raduna

La musica è nella notte bruna
perduta in quel mancato accordo
tra una mente lesta e un cor balordo
e nel tormento di un'età importuna.

Ma tu che sei un musico esperto
Dimmi esiste un suon senza clamore
Un tema scritto senza il suo concerto?

Nella vita tutto è solo rumore...
Vorrei una pace che non fosse morte
E un suono che aprisse delle porte!

 

l'autore roberto caterina ha riportato queste note sull'opera

Omaggio ad Edoardo De Filippo di cui è citato l'incipit di un famoso sonetto


1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Michele Prenna il 10/04/2012 20:15
    Sonetto ben costruito di ricercata musicalità, più evidente nella misura in cui è negata. Contenuto di un'originale filosofia di vita.

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 13/08/2011 23:52
    Ma tu che sei un musico esperto
    Dimmi esiste un suon senza clamore
    Un tema scritto senza il suo concerto?
    Che versi superbi, ti cullano la mente nel silenzio della notte. Complimenti
  • Anna Rossi il 11/08/2011 23:43
    versi quasi musicali. che fanno bene al cuore. c'è pathos.. tra le rime. 1ciao
  • loretta margherita citarei il 11/08/2011 21:48
    c'è molta musica invece, complimenti bellissima
  • fernanda battagliese il 11/08/2011 19:17
    Piaciuta molto questa poesia dedicata ad un "grande" quale è stato Eduardo. Davvero poesia elegante e splendidi i versi finali
  • Maurizio Cortese il 11/08/2011 17:31
    Elegante sonetto dal bel significato.
  • la guerre delaguerre il 11/08/2011 17:10
    ma che bella! evviva la rima! evviva esametri e pentametri. brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0