accedi   |   crea nuovo account

Uscita dalla notte

Mi dissi:
t'amo eternamente.

E ora l'amore
è un male
che m'insegue.

Mi udirai quando
a lume spento
cercherò
l'immensa gioia parlarmi di te.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Walter Tresoldi il 12/05/2015 14:00
    Inizi con uno sbilanciarsi: mai dire eternamente, ricordiamoci della nostra caducità.
    E poi l'amore, che diventa negativo se non corrisposto. Più che essere un male, fa male, specie se ci insegue e non ci lascia tregua. Oppure, e forse è questo il tuo caso, è un male tra virgolette, cioè una forma di mestizia, che ci "molce" il cuore.
    All'ultima strofa vedrei ben aggiunto un interrogativo, a meno che nel tuo cuore alberghi una sicurezza aprioristica di corresponsione.
  • Cinzia Gargiulo il 12/08/2011 14:20
    Eppure l'amore è un bel male... l'unico...
    Poesia molto bella!...
  • Vincenzo Capitanucci il 12/08/2011 08:23
    L'Amore è un male che m'insegue.. eternamente mi lima... nel lume... a me spento... dell'immensa gioia... di parlare con Te...

    Splendida Sergio... gioia nel buio parlami di Te..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0