username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Le fughe

Divisorio di piastrelle,
luogo di casa ideale
per residui fastidiosi,
la difficoltà a toglierli
è pari alla loro piccolezza,
comunque la riuscita
alla fine è assicurata:
ma da solo il mio sforzo
non elimina il male
di cui sono inondate
le fughe del cuore.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Roberto Moschino il 12/09/2011 21:29
    È strana la tua poesia. Coinvolge inquieta per le immagini, le parole meditate, di più dischiude un "male oscuro" per quanto fantasticamente taciuto.
  • Ugo Mastrogiovanni il 26/08/2011 11:40
    Questa poesia mi ricorda il verso dello stesso autore "Fedele ormai alla terra"; che non sia nato dal troppo esser piegato a pulire le fughe delle sue piastrelle? Scherzi a parte, i versi di M. Corterse sono sempre il preciso termometro della sua etica.
  • rosaria esposito il 12/08/2011 22:03
    eh, ma io da uno così mi faccio cambiare tutti i pavimenti... un "edilpoeta" non lo sospettavo... proprio.
  • Anna Rossi il 12/08/2011 11:45
    breve, efficace parallelismo. il cuore è tutta un'altra storia. 1ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0