accedi   |   crea nuovo account

Signor Dottore

Una grande sfera hai voluto donare,
piccolissimi omini d'ogni colore
all'interno del quale hai voluto posare,
litigiosi e venali alla prima occasione.
Signor Dottore ti prego, non star a guardare.

Solo cose orrende sappiamo creare,
quello è povero e nero, e muore di fame,
l'altro osanna un Dio diverso e, va crocifisso,
quell'altro non è colto è stupido e sporco,
quell'altro anora è straniero e, va carcerato.

Signor Dottore, ho poche speranze per il futuro
siamo esseri inferiori, per niente affidabili,
disposti a chiamarTi non per amore,
ma, per effimere cose noi ti preghiamo.
Signor Dottore ti prego, non star a guardare.

Signor Dottore ti prego, non star a guardare.
Calpestiamo tutti un'unica terra,
dividiamo tutti un unico cielo,
siamo tutti figli d'un unico Padre.

Non si muove foglia che Tu, padre non voglia.
Povero Sud hai sete, ma acqua non hai,
i tuoi figli assetati vedi soffrire, e infine perire,
i tuoi figli affamati chiedono cibo, ma senza speranza.

Ricco Nord hai gli occhi distratti
dai beni terreni che un giorno perderai;
guarda all'ingiù chi soffre spogliato di tutto,
allunga una mano apri il tuo cuore, puoi fare di più.

I frutti donati dal nostro amato: Signor Dottore
soddisfano tutte le creature viventi,
dobbiamo soltanto prenderci per mano e,
cerchiamo umilmente di crescere insieme.

Signor Dottore ti prego, non star a guardare.
troppi figli innocenti ogni giorno t'implorano,
concedi loro il giusto avere, basta soffrire.

Se non sappiamo farci garanti, camminare uniti
per il bene di tutti, Signor Dottore ascoltami,
umilmente ti chiedo: intervieni Tu per la pace del mondo.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ada Piras il 13/08/2011 14:59
    Bella, in particolare la rima strofa.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/08/2011 10:27
    Bellissima Alessandro... Signor Dottore... dacci la medicina giusta...(non made in Cina) in luminose pillole d'Universale Amore...
  • alessandro mandelli il 13/08/2011 08:42
    Grazie Carla, mi hai commosso. Alessandro.
  • Anonimo il 13/08/2011 08:39
    bellissima alessandro... una preghiera o meglio una supplica che entra nel cuore... sicuramente ascolterà ciò che hai chiesto... anche se con il libero arbitrio ci ha lasciati, come abbiamo sempre voluto, far ciò che a noi sembra più giusto e che alla fine si rivela... non con il senno di poi... complimenti e benvenuto carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0