PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Germogli

Foto ingiallite,
ricordi sbiaditi
di uomini grandi,
dal cuore impavido
e colmo d'Amore.

Mi cerco in questa distesa
di rifiuto, negazione
ed incertezze.
Cerco l'abbaglio di un sorriso,
lo sguardo intenso di chi,
avendo bevuto
a piene mani
l'essenza del dolore,
non è affogato.
Cerco una mano tesa dopo l'uragano;
cerco chi possa dissetarmi
dopo l'estenuante
traversata delle aride terre
della menzogna e del silenzio.
Cerco un unguento miracoloso
che mi permetta
di non dover leccare via
con le mie stesse labbra
il veleno dalle ferite.
Ed infine,
cerco un sole
che abbracci come una madre
i germogli di ciò che
diverrò.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • roberto caterina il 28/08/2011 16:52
    C'è molta, forse troppa luce in questo testo, molto desiderio di salvarsi, sapendo che non sarà mai possibile... ciascuno naturalmente si augura di potersi dissetare e io lo auguro all'autrice..
  • Ada Piras il 21/08/2011 10:52
    È veramente molto bella, complimenti.
  • Sergio Fravolini il 21/08/2011 07:11
    "cerco l'abbaglio di un sorriso" mi piace.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0