accedi   |   crea nuovo account

Immagina

Immagina,

scendere tra i secchi rami
soffice soffio di vento
che accarezza sognante
i tuoi umili sogni

tulipani e girasoli consacrano il prato
regnando tra le erbe e il fango
di mille diamanti sospesi

da quel raggio di sole che sostiene
perfino gli innocui sentimenti
e chiudere gli occhi
per risentire ancora i dolci odori
dei luoghi lontani.

Immagina,
oltre quell'orizzonte
basterebbe poco
rivedere quegli occhi profondi,
fatti di limpido cristallo,
il nostro arbusto malato.


Ma finché l'ultimo granello
di clessidra non vedrò calare,
riaprirò gli occhi assaporando ancora
tulipani e girasoli avvolti
dal dolore e dal respiro
della tua anima.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marco Giardina il 10/06/2013 00:22
    la bellezza di chiudere gli occhi, fermare il tempo e immaginare...
  • ugosan beltipo il 21/02/2012 09:52
    Lo sai forse sarò un pochino saccente ai tuoi occhi ma mi piacerebbe leggere questa poesia così come tu l'hai pensata e mi spiego... Forse se fossero usate meglio le punteggiature così come tu l'hai pensate forse saremo un po' più in sintonia. Senza offesa ciao Ugo
  • Anonimo il 21/08/2011 21:56
    Ho immaginato appresso ai tuoi versi, ma sono stata pervasa da un senso di tristezza. Perché?
    Bella, comunque.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0