username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per scherzo

Camminavo tranquillo
quarantadue gradi all' ombra
quarantacinque da me percepiti
quarrantotto da tre o quattro macchine
nelle quali i passeggeri
mi chiedevono informazioni
per arrivare ad una strada
che manco conoscevo
e cosi', come per scherzo
recitavo:
"Allora, lei prende la prima a destra
poi a diritto, attenzione allo stop"
oppure:
"Tranquilli tutto a diritto!!"
e ancora a casaccio:
"Si, si va bene per di la',
tranquilla signora".
Fu cosi' che per contrappasso
arrivato alla mia destinazione
ritrovai tutti gli automobilisti
vittime di incidenti
per le mie improprie
e non dovute indicazioni!!!
Chi il braccio rotto, furioso
il signore con il piede ingessato, arrabbiato!
E la signora fumante dal capo
tutta fasciata e incazzata.

Me le dettero di santa ragione
a ragione
cosi' che provai ingiustamente a renderne un po...

per non morire!!!
e andai e ritornarano
tutti insieme stremati
dopo un po', tramite ambulanze
nei vari ospedali nelle vicinanze...
La morale?
Mai dare indicazioni per scherzo!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 22/08/2011 22:18
    Ammiro molto i temi da te trattati, Raffaele!
  • loretta margherita citarei il 22/08/2011 19:57
    concordo con bruno, belli i concetti espressi
  • Raffaele Arena il 22/08/2011 17:07
  • Bruno Briasco il 22/08/2011 12:31
    Raffaele, decisamente sei più portato per la prosa che per la poesia. I tuoi temi sono molto acuti ma di poesia sanno poco. Prova a farlo e vedrai risultati decisamente migliori. Tuttimodi a me è piaciuto molto il racconto da te narrato e la relativa morale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0