PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mamma, Tu ovunque sempre

Mamma Tu fosti e sei la pargoletta
che portò sulle spalle una fanciulla.

Ti fu precluso di vederci spesso...
ma eravamo insieme...

Ovunque,
Sempre.

Mamma, Tu fosti l'acqua
che zampilla
e messa prigioniera, in un a brocca.
Udivo il canto, come
l'ampio guizzo
di una moneta
nell'argento fresco.

Mamma, nel dì cadente
Noi sentimmo
le lacrime del sole
sulla pelle.

Nel dì più assurdo,
pavido di morte,
per il mio pianto,
diventavi donna
e soltanto per
dirmi: "Stai tranquilla."

Mamma, la tua bambina
non è morta.
Vive per TE.

 

l'autore Giuseppina Iannello ha riportato queste note sull'opera

Titolo esatto: Mamma, Tu ovunque e sempre


1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/07/2013 19:38
    Molto apprezzata questa poesia.. complimenti

2 commenti:

  • Anonimo il 28/08/2011 22:08
    mi hai commosso le tue poesie sono pane per l'anima bravissima giusy cara un grosso bacio...
  • loretta margherita citarei il 25/08/2011 17:44
    toccante poesia complimenti giusy

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0