username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vaghe perle

Oggi la sabbia mi dà
inesatte sensazioni
di perdita

Io che vorrei muovermi
davanti ad un semaforo
per procedere
o arrestarmi
o davanti ad un faro
per giungere sicuro
a casa
dovrò accettare questa perdita
non immediata
ma graduale
di me stesso

Come vorrei trasformarmi in un vecchio ramo
ed accettare l'abbandono
come un sogno
non concluso
che lascia in dono
una gemma saggia
o almeno una parola tenuta sotto sale
da usare con arguzia

Tu sei lo spirito lieve
che guida oggi la mia imperizia
Ti prego non rimproverami
se dalle mie tasche esce
di continuo questa sabbia sottile.
Non è per ritrovare una strada che so
di non poter percorrere più
all'indietro
ma è per ricordare i colori lontani
del mare
che non rispondono più
ma possono essere ancora persi
nella sabbia grigia

Dobbiamo accettare una visione minore
ma non meno assoluta
di fronte ad un'opera
dove tutto quanto
è inesatto
ci appartiene.

Nella sua scarsità la luce
ci adorna la fronte
di perle
che accrescono
il rispetto...

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Daniela Bonifazi il 26/08/2011 14:05
    Prima o poi tutti dobbiamo essere in grado di accettare una graduale perdita di noi stessi, perdita che può riferirsi a molti aspetti della vita. Capisco e condivido il tuo desiderio di trasformazione ed accettazione di abbandono ad un sogno, mai concluso, che doni qualcosa di noi, una sorta di eredità spirituale, affinchè le orme lasciate nel nostro passaggio in questo Mondo non siano disperse. Estremamente bella e molto coinvolgente. Bravo!
  • roberto caterina il 26/08/2011 08:15
    Grazie a tutti per i vostri commenti. Certamente ci sono differenze tra noi per esperienza, età, ecc. ma questo forse rende il confronto più ricco e significativo..
  • Nunzio Campanelli il 26/08/2011 08:01
    Da illetterato qual sono non mi avventuro in una profonda analisi della sua poesia. Volevo solo dirle che essa mi piace, e molto. I miei complimenti sinceri.
  • loretta margherita citarei il 25/08/2011 21:07
    che meraviglia di poesia! bravo
  • teresa... il 25/08/2011 20:45
    mi è piaciuta molto, da questi tuoi versi si percepisce molto di te almeno così mi è parso, eppure quest'opera nella sua scioltezza mi pare schematica, rigida e questo la rende davvero una perla, qualcosa di diverso dal solito baci baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0