username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Esisto!

Prima il dovere
e poi il piacere

prima il dovere
e poi il piacere.

Fin da piccolo
cosi' mi hanno insegnato

fino a un certo periodo
l'ho anche capito.

Poi come in un mondo
alla rovescia
il concetto s'e' invertito.

C' era il mestiere
e il corrispettivo
per quanto dovuto

La gratitudine
e la cortesia

si studiava a memoria
ma abbiamo scordato.

Poi la trasformazione
del mondo
e con complessi
e troppe delucubrazioni

eccoci in gioco
senza protezioni.

E chi e' sensibile
gli strappano i cosiddetti

e chi e' ingenuo
e' manipolato

sara' per questo
che cosi' resto ora
senza fiato:

Ma ancora vo' cercando
la strada giusta
per rientrare

nel circolo di chi
e' valorizato per cio' che e'
che e' onorato.

Per quanto vale umanamente
e nell'amore, trovar conferme.

Proceder con l'invecchiare
e questo mio esser logorroico

che parlo anche da solo per sentire
il timbro della mia voce, per capire
e far capire: esisto!

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Antonella Intini il 06/07/2012 23:54
    Incalzante. Mi piace
  • Anonimo il 27/08/2011 21:25
    MI piace molto! COmplimenti sia per i versi che per il tema trattato!
  • Emanuele Perrone il 27/08/2011 14:35
    BUONI I CONCETTI piaciuta... emanuele
  • Ada Piras il 27/08/2011 12:56
    Fare capire il nostro valore agli altri ma sopratutto a se stessi è ciò che più conta.
    Esisti!!! Bravo
  • Anonimo il 27/08/2011 12:50
    un grido che difficilmente non verrà ascoltato! Molto bella, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0