PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Forza (dopo la trance)

Sospeso come in trance
Guardando la televisone
Son privo di contatto.

Immerso nell' allullucinazione
Di forme e onde e colori continui
Come assumessi droga al cervello

Piano piano da dentro una voce
Piano piano da dentro una luce
Che domanda: Dov' e' la tua forza?
Eh dai.. cercala dentro
e fuori te, magari uscendo
e per sempre spengere la tivu'.

Diceva forse Orwel, la tivu'
e' l'unico mezzo dove
tante persone riunite
si ritrovano davanti al nulla

Non e' modo per stare in compagnia
a meno che nel letto tu non sia con una compagna.
e senza media intruso
ritrovi la connessione facendo l' amore

e umana comprensione, forza!.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ada Piras il 28/08/2011 10:10
    Riletta e riletta... almeno nella poesia c'è quacosa che ci unisce...
  • Ada Piras il 27/08/2011 23:58
    Mi è piaciuta molto... Bella e ironica. BRAVO

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0