accedi   |   crea nuovo account

Stanca

pur se la sferza
di un fresco vento d'idee
smuove le nubi del mio cielo
offrendomi sempre nuovo spunto
per scrivere

sono stanca di ripetermi
in poesie che mostrano
il mio animo come fosse
un campo florido
una terra consacrata dove sempre
batte il sole di primavera.

Ben diversa è la realtà..
arroventato, il sole della solitudine
semina vitree luci...
il mio tenero verde
sotto il suo giogo
si discompone vaporizzandosi..

l'erbe secche, mummie ramificate
di antichi lieti ricordi, amori vissuti
si raggricciano su gli steli
che non hanno più linfe

piega il mais le pannocchie
ripiene di bianche promesse
che non saranno più colte
fra lanceolate foglie...
rosse di raggrumato deluso sangue
le punte.

Il torrente dell'amore, un tempo
di chiare fresche dolci acque
di sogni generoso
mostra ora bavoso fondo
dove le rane della disillusione
ansimando, ne la poltiglia affondano
avidamente e gracchiano...

Il mio cuore
finita ogni fresca illusione
s'abbevera solo d'angoscia
e nell'indurita scorza
palpita aridamente!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Pepè il 04/09/2011 16:42
    Nonostante che l'arido campo della tristezza sia molto affollato c'è sempre posto per un nuovo cuore carico d'angoscia. Ok, se vuoi c'è spazzio vicino a me, il panorama è squisitamente malinconico.
  • Anonimo il 01/09/2011 08:27
    direi mirabile una lirica meravigliosa, loretta e non mi sono stupita... scrivi sempre poesie bellissime... lo scrivere è un'arte liberatoria... riflette i nostri sentimenti ed i nostri pensieri... complimenti di cuore carissima... carla
  • Fabio Mancini il 01/09/2011 07:05
    Una pubblicazione che sembra fortemente autocritica. Sì lo so, ho letto il tuo commento. Tuttavia qualche perplessità che sia solo una dedica alla natura inaridita, rimane... Un bacio emozionato. Fabio.
  • Sandra Giglio il 31/08/2011 15:49
    Complimenti molto forte ma finché vi è un barlume di vita non bisogna mai far inaridire l'anima!!!!
  • Anonimo il 31/08/2011 11:41
    beh..è meglio scrivere poesie che rappresentino la tua serenità, anche se presunta, una volta finita nel baratro dell'aridità uscirci è davvero dura. Spesso l'illusione salva il c***
  • Anonimo il 31/08/2011 11:05
    Una confessione sincera, senza filtri, amara. Come sempre, mi coinvolgi emotivamente nella tua vicenda interiore, con versi splendidamente forgiati. Ciao carissima...
  • Dora Forino il 31/08/2011 10:39
    ... Mai disperare, arriverà di nuovo una fresca ventata di
    vento, a ritrovare l'energia per metterti in gioco. Buona vita!
  • Don Pompeo Mongiello il 31/08/2011 10:34
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua eccezionale!
  • karen tognini il 31/08/2011 10:27
    Ci vuole l'amore per dare acqua di luce a cuori un po' secchi...
    Bella Lor...
    c'è la tua anima... ma non disperare mai!!!... arriva l'amore quando meno te lo aspetti...
  • Anna Rossi il 31/08/2011 10:13
    la poesia riflette il nostra stato d'animo, non necessariamente deve essere.. un campo florido di primavere. anzi, è il contrario. quando ben riesce a rappresentare le sensazioni più nascoste dentro di noi tanto più essa è vera. tu con i tuoi versi hai ben de. scritto sensazioni condivise.
  • roberto caterina il 31/08/2011 09:20
    Bella e saggia questa tua riflessione su ciò che si ripete, ciò che si dice, ciò che non è.. curioso il refuso del quarto verso muovo-nuovo.. ciao
  • loretta margherita citarei il 31/08/2011 09:18
    l'afa di questi giorni ha seccato i campi, osservando la natura desolata, ho immaginato il deserto nei cuori resi aridi dalla privazione d'amore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0