accedi   |   crea nuovo account

Sonetto imperfetto

Vuoi
che scriva
giambi e ditirambi?
Cerchi tu metro e musical
effetto? Ma i miei versi rimangono
strambi. La lor forza, penso, è nel difetto.

Io non
voglio che la
regola cambi ma
irregolar è pur il vero affetto
che trova e perde quei ritmici scambi
nelle intermittenze d'un cor negletto.

Vorrei
pure trovare
quella norma per star
con un piede fuori e un dentro
senza perder idea di buona forma

E
voler fare
casualmente centro
seguendo la traccia sottil e l'orma
delle fate e del lor impossibil rientro

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Verbena il 13/09/2014 10:47
    Molto piacevole di pensiero garbato ma determinato. Complimenti.
  • sergio il 22/02/2012 16:14
    un sonetto che conferma e riafferma l'esistenza del sonetto stesso. Bello!
  • francesco verducci il 08/09/2011 14:56
    La regola deve rimanere, solo da essa si può trovare nuova soluzione.
    l'ho trovata molto interessante.
  • Dora Forino il 31/08/2011 20:43
    Anche se un sonetto imperfetto, l'ho trovato un sonetto originale.
    Gradito!
  • Anonimo il 31/08/2011 19:06
    Quasi una dichiarazione di poetica. Ciao.
  • Ada Piras il 31/08/2011 18:11
    "Sonetto imperfetto"... ma disegno perfetto.. centro!!!!
  • loretta margherita citarei il 31/08/2011 15:55
    molto originale apprezzata molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0