PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In candida veste

Se legassi le ossa del mio costato
e scendessi fino in fondo al mio cuore
troveresti le cicatrici del Santo perduto,
l'umiltà del pianto di un eroe sconfitto,
la fragranza della mia indole sognatrice,
e troveresti le parole dimenticate
quelle sepolte dall'inedia e lentamente
crescerebbe in te il coraggio d'amarmi
oltre ogni tuo limite e al di là della sensatezza,
perché l'Amore è tormenta, fuoco, onda selvaggia,
e quando il mio corpo riposerà nell'eterno sonno
in candida veste, ti attenderò.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dolce Sorriso il 05/09/2011 22:07
    semplicemente bella... una chiusa stupenda
    applausi infiniti Fabio caro.
  • Anna Rossi il 02/09/2011 22:21
    passione e dolcezza si condensano nell'eternità di un sentimento che ci travolge a tal punto di non vedere la morte come una falce nemica. si, ci ritroveremo dopo, e sempre. il vero amore rende la vita persino alla morte. bravo, c'è molta sensibilità e capacità introspettiva in questi versi. 1 ciao
  • stella luce il 02/09/2011 18:51
    tanto amore... bella...
  • Ada Piras il 02/09/2011 18:38
    Sì... è veramente la più bella... sublime.
  • Giacomo Scimonelli il 02/09/2011 18:25
    da applausi.. molto bella... tra le più belle che abbia letto oggi..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0