accedi   |   crea nuovo account

Senza lei

Chi sei?

Tu che soffi
sulle mie labbra
e sfiori
la mia pelle.

Intorno a me
si dirada la croce
e le tue parole
si fanno sottili.

Il mio dolore antico
nell'immensa notte
che recita soltanto
parole d'amore.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 03/09/2011 22:48
    colpito il mio cuore dal tuo poetare
  • Sandra Giglio il 03/09/2011 18:17
    Molto bella e toccante! Complimenti!!
  • Anonimo il 03/09/2011 09:47
    Molto intensa, mi ha fatto pensare al ricordo, al suo lieve posarsi su pelle e labbra come una carezza in una notte fredda, buia, solitaria (mia modesta interpretazione)
    Complimenti Sergio.
  • Ezio Grieco il 03/09/2011 09:42
    .. breve, concisa, chiara; come la poesia deve essere (almeno secondo il mio modesto parere)
  • Sergio Fravolini il 03/09/2011 08:54
    Vito... grazie.

    Sergio
  • Inchiappa Vito I Song il 03/09/2011 08:51
    Chi sei? Una croce da levare. La notte, un incubo da esorcizzare. Bravo come sempre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0