PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ritorno

Nel vuoto della stanza
segni di te tingono l'ombra
eco di gesti e sguardi
dentro uno spazio
segnato dall'assenza.

Restano dopo il "ciao! a presto"
la dolce essenza
della tua fragranza,
un'ombra vermiglia
sul bicchiere che s'attarda,
lasciata forse per auspicio
o per dimenticanza.

(Un dire muto che t'accompagna)

È un guscio di conchiglia
l'aria sulla tovaglia,
ripete parole leggere
come un'onda del mare
lungo una scia di luce
curva e variopinta,
che s'alza verso il cielo
poi ritrova terra.

Da allora attendo che ritorni accanto.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Ada Piras il 25/09/2011 23:30
    Bella poesia..."Da allora attendo che ritorni accanto."
  • sabrina galbo il 25/09/2011 23:17
    segni indelebili nella memoria...
  • niche chessa il 22/09/2011 12:49
    Mi piacciono molto le tue poesie, se ci fossero tuoi libri li leggerei.
  • Giacomo Scimonelli il 03/09/2011 22:55
    ''...È un guscio di conchiglia
    l'aria sulla tovaglia,
    ripete parole leggere
    come un'onda del mare
    lungo una scia di luce
    curva e variopinta,
    che s'alza verso il cielo
    poi ritrova terra.
    Da allora attendo che ritorni accanto.''

    straordinari versi... semplici ma d'impatto e molto sentiti
  • Ada Piras il 03/09/2011 10:49
    Forse non se n'è mai andata...è ancora lì a Te accanto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0