accedi   |   crea nuovo account

Il marchettaro

Le vacanze sono finite!
Nell'oblò si perde
l'ultima cartolina
del rimpianto.

In volo,
anche i pensieri
vanno veloce,
come veloce è stato
il tempo dell'oblio.
Venti giorni da incorniciare,
venti giorni
passati troppo in fretta.

Libero, felice,
senza l'assillo
delle tardone padrone.
Libero
di rincorrere
splendide Farfalle,
dalle carni sode
e genuini pruriti.
Felice di inseguire
scie,
dal profumo di acqua e sapone.
Stop agli artefatti odori
di Chanel nr. 5

Odio Coco Chanel!

Ha creato essenze
per Bambole stantie,
rubando odori alla gioventù.
Rien ne va plus.
Ritorno alla vita grama
di agiato marchettaro.

La posta telematica
è satura di E-mail:
"amore quando torni?"
"chiamami ti voglio"
"S. O. S. sono in crisi di astinenza"
Le "mature" ricche
non hanno più tabù,
con i soldi
hanno liberalizzato il pudore.

Aumenterò il prezzo
della marchetta,
almeno il 30% in più a prestazione.
Gli anni passano,
devo pensare alla pensione;
anche perchè,
è sempre più duro
soddisfare
due "tardone" al giorno.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • vincent corbo il 03/09/2011 14:14
    è giusto, tutto aumenta e anche un bell'uomo deve indicizzare il suo prezzo all'inflazione galoppante.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0