username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

OGGI

… solitudine immensa
Abita in questa tenebrosa stanza.
I colori sono scappati,
lasciando un velo di polvere
su quei mobili abbandonati
onde che percorrono
questo spazio mio
un bocciolo di rosa
che si adagia su se stesso.
Oggi. Proprio oggi.

… solitudine al terminare
Di questo giorno
Si fa più flebile.
I colori rinascono
Fra un turbinio d’onde.

Ed io, bocciolo, fiorisco
Nell’abbraccio trasparente
Della sua limpida voce.
… Oggi.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • lupoalato maria cannavacciuolo il 27/09/2008 11:06
    molto bella brava. La solitudine di una stanza e con la fine della giornata rinascere nella notte per il domani
  • Anonimo il 25/05/2007 14:53
    Ciao... veramente dolce e suadente... mi piace!!!
  • laura cuppone il 19/05/2007 16:34
    bella... complimenti. L
  • Diana Moretti il 19/05/2007 14:55
    bocciolo.. deliziosa metafora.
  • Claudio Amicucci il 19/05/2007 00:59
    Mi è piaciuta anche perché è positiva nel rinascere e rifiorire. Bella
  • ENZO FALBO il 18/05/2007 12:45
    hai descritto mirabilmente la solitudine (il mio naturale stato interiore) Grazie!!
  • roberto mestrone il 18/05/2007 11:49
    Bella, Silvia...
    Emblematico il tema della solitudine che si attenua col morire del giorno...
    Ti rileggerò ..
    Ro
  • lory giacobbe il 18/05/2007 10:26
    Bello il bocciolo che si adagia su se stesso. A rileggerti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0