accedi   |   crea nuovo account

Fine Estate

Le spiaggia si svuotano
stabilimenti in chiusura
l'alga si accumula sulla battigia
formando disegni fantasiosi.

Il pescatore torna ad affondare
la sua canna nella sabbia
in solitudine
fa trascorrere la notte.

La natura selvaggia riprende
il suo posto
e noi uomini ormai ci arrendiamo
alla nuova stagione che verrà.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Grazia Denaro il 20/01/2012 16:46
    Il trasmetterci il cambiamento naturale nell'evolversi delle stagioni, bella.
  • Anonimo il 05/09/2011 18:56
    era quello che volevo dire!
  • Federica Cavalera il 05/09/2011 18:09
    Io penso che una poesia nella sua semplicità può racchiudere un significato profondo, il significato di questa poesia sta nella chiusa dove ho voluto far capire che indipendentemente dall'urbanizzazione o dalla civilizzazione forzata che facciamo dei posti di sicuro la natura la fa da padrona. Poi può anche essere considerata disarmante e scritta da un bambino ma i bambini nella sua semplicità sanno dire molte cose acute.
  • Federica Cavalera il 05/09/2011 18:04
    mah può pure essere
  • Anonimo il 05/09/2011 16:17
    adoro le poesie sulla fine dell'estate! La tua sembra scritta da un bambino, ma nel senso buono, nel sensop che è disarmante!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0