accedi   |   crea nuovo account

Rosa Gallica

Rosa di Broceliande,
che Merlino e Viviana incantasti,
m'inchino al tuo cospetto
e della tua fragranza m'inebrio.
Sogno di un sogno lontano,
lo scintillio di lame non temi
e gli Eletti ti offrono in dono.
Un sorriso si staglia sui volti
di Dame trepidanti
e il sole s'offusca.
La magia che brilla in te
è quella che conquista il mondo.
Dormono i cavalieri erranti
nelle loro fredde armature
e Tu, eterna, immortale
attendi il risveglio,
per riscaldare i cuori
di chi ti brama.

 

l'autore LINO LAVORGNA ha riportato queste note sull'opera

Foresta di Broceliande, 1976.


1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Ada Piras il 05/09/2011 10:29
    Una più bella dell'altra... tanti complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0