PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mio Padre

Fratello, amico mai dimenticato,
Vicino più di quanto mai potuto.
Amato, temuto, mai odiato,
Il fato questo ha creduto,
Voler da tutti presto separato.
Ma dal mio cuore sempre lodato.
Il tuo ricordo giammai passato,
Sempre presente, mai lasciato.
Io lo sò, tu ovunque arrivato,
Gioia, speranza avrai portato.
Prega o amico mio fidato,
Che avendo il tempo consumato,
Io possa da te esser veduto,
Perchè tante cose avrei voluto,
Ma che la sorte mi ha negato,
Dire quanto pentito, sbagliato...
Stare a te più vicino desiderato.
Ora dimmi se quanto sperato
Potrà essere per mè avverato.
E se il tempo vorrà esser pagato,
Pronto io son se da tè chiamato.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 05/09/2011 16:54
    Una poesia che avesse le rime tutte in "ato" e "uto" non l'avevo mai letta. Non posso che appoggiarti nel tuo dolore. Ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0