username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un assassino

Mio Dio, cosa ho fatto?
Perchè ho ucciso quell'uomo?
Un mendicante.
Barba lunga e sporca,
unghie consumate.
Sessant'anni aveva
con sè solo una chitarra
e una scodella
gettata per terra.
Solidarietà mi chiedeva
e io gli ho donato un assegno
da cinquemila euro.
Giel'ho lasciato nella scodella:
il suo sguardo piangeva.
Dio mio,
perchè ho ucciso quell'uomo?

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • teresa... il 06/09/2011 17:08
    bella bella bella complimenti.
  • loretta margherita citarei il 06/09/2011 15:37
    particolare, bella nell'intender che il danaro corrompe, ma se mi dici dove abiti, mi metterò a mendicare sotto la tua finestra... sei di arcore?(scusa se mi son permessa di scherzarci su) bella riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0