accedi   |   crea nuovo account

A RACHELE

Vorrei che tu un giorno avessi
e un giono avrai.

Vorrei che tu un giorno diventassi
e un giorno diventerai.

Per te vorrei di tutto
e ancor di piu',
ma se cosi'non fosse
guarda sempre su.

In te vedo me tornata ragazza,
gli stessi interessi
la stessa fierezza.

In te rivivo
la prima storia di cuore,
con mia amarezza
e tuo ardore.

Non sta a me giudicare
ti posso solo consigliare
e a te ascoltare.

Posso finger di non vedere,
se per te e' un dispiacere.

Stai solo attenta lo sai,
quel che dai riceverai.
Parola mal detta
amore rubato
alla fine il conto vien presentato.
Di li non scappi questa e' la vita
ogni offesa
una salita.

Due corpi diversi
un solo pensiero.
Credete e' proprio vero!

Con te sotto braccio,
per la strada cammino,
il tuo sguardo solare,
e' megio di un giorno di sole
e dell'azzurro del mare.
La gente ti guarda...
si, mi somiglia,
e al mondo intero dico
e' mia figlia.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • lucia pulpo il 22/03/2009 11:08
    Non tutte le figlie somigliano alla madre e mplte non vogliono riconoscere la somiglianza... talvolta sono le madri a sperare che le figlie siano diverse e diversa la storia che le attende... la madre non è la figlia ma qui la differenza sembra essere, solo, di età... scusami ma manca la figlia che sei stata tu.
  • Anonimo il 08/04/2008 14:16
    Complimenti. Condivido l'esperienza che hai descritto. nel
  • Maurizio Triolo il 30/05/2007 19:28
    Dono prezioso da curare come pochi.
  • roberto mestrone il 20/05/2007 18:29
    Bellissima dedica.. alla tua Rachele...
    Brava Lory...!!
    Ro
  • terry Deleo il 20/05/2007 18:29
    Bellissima dedica per una figlia. Brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0