PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Deriva

Ti ho tenuto così lontano
che ho smesso di distinguerti
sei parte di quella parte
immensità in un piccolo gesto
difeso tra gli annullamenti
senza tacche né spilli

Che dirti
che ascoltare
a malapena intuisco quella voce
perché è ustione per il pensiero
focalizzare
il gesto perpetuo

Denigro l'arresto dell'ultima caduta
poiché inconsolabile criterio d'equilibrio scarno
fingo follia
e stordimento
ma so che sono promesse di vento

Come una barca di carta
alla deriva su una pozzanghera
intraprendo il viaggio
con la cicca e la larva
e il tempo forse
calpesterà i miei resti
o l'acqua asciugherà al cielo
rigettandomi ancora

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 26/07/2013 23:50
    Complimenti molto profonda e scritta bene
    apprezzata moltissimo
  • Marta Niero il 12/09/2011 08:58
    una stretta al cuore...
    una tristezza che ti ancora trascinandoti..
    una nostalgia matta del si sa mai...
    ti abbraccio mami...
    quando vuoi...
  • augusto villa il 11/09/2011 22:02
    Ottima... sisì... questa è proprio bella...
    Bravissima Laura! ---------------
  • Anonimo il 08/09/2011 21:21
    Sei proprio brava, alla fine derivi-amo tutti.
  • laura cuppone il 08/09/2011 09:14
    Terryyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy!!!!

    che bello vederti qui! tvbbbbbbbbbb
    Lau
  • laura cuppone il 08/09/2011 09:14
    Loretta grazie, sempre!
    Laura
  • laura cuppone il 08/09/2011 09:14
    Tanya sono cavvero felice per la tua visita.
    Laura
  • laura cuppone il 08/09/2011 09:13
    i ritorni sono come
    le sorprese negli occhi dei bambini..

    grazie Micky mi hai reso lo stupore...
    un abbraccio grande! (a presto)
    Lau
  • terry Deleo il 07/09/2011 22:34
    Che dirti?... Solo bearsi della tua poesia.
    terry
  • loretta margherita citarei il 07/09/2011 21:41
    sempre piacevole leggerti
  • tanya belletti il 07/09/2011 18:39
    Sempre un piacere leggerti...
    ciao tanya..
  • Michelangelo Cervellera il 07/09/2011 17:33
    Si legge d'un fiato, l'ultimo fiato prima di essere stracci di quel che si era.
    Mi piace il tuo ultimo poetare, tanto.
    Michelangelo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0