accedi   |   crea nuovo account

Petali... Spetalati

Com'è intelligente il mio cuoricino,
si pitta di rosso invece è turchino,
si fa circolare da flussi interiori,
s'aggrappa alle vene l'ortica del climber
e canta "Casta Diva".

All'improvviso detesta i "Monti sorgenti...",
la Pastorale di Beethoven,
il grezzume di chi amava,
portatore di circoncisi aneliti.

Insomma, cosa devo capire, sto sfottendo la mia mente?

S'alterna il giorno con le stagioni,
è scassalegno mastro Geppetto,
diffidar sconquassa l'avito sentimento,
dai ricchi di spirito.

Dei poveri è dono,
ohibò, ho incontrato un miliardario.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Giulia Elia il 25/09/2011 09:17
    Grazie Karin, cara e dolce, e scusa il ritardo, ma fino a fine novembre sono un'obbligata impegnata!
  • karen tognini il 08/09/2011 12:27
    Sei davvero forte Giulia...
    troppo simpatica...!!!!

    Ciaooooooo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0