PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vagabondare letteralmente

Esco di casa camminando
e comincio e raccogliere
e talvolta leggere

fogli e riviste, lettore io
vorace, mai sazio.

E la sera stanco talvolta
ritrovo lo zaino strapieno
di luoghi vissuti in cartoline,

depliants, libri, segnalibri
riviste, giornali, che stento
a ricordare i luoghi visitati.

Ma per fortuna non gli incontri
che ho avuto, che mi hanno regalato
un sorriso.

O che ho regalato un sorriso
o una carezza e un saluto
a un bambino, sotto lo sguardo

vigile e giustamente talvolta sospettoso
come istinto materno impone
della donna che forse gli e' mamma
o c'e' il papa' che mi ride felice padre
orgoglioso del forse figlio, portentoso prodigio.

E cosi' tornando a casa
cerco in cucina, ora animale
un boccone, qualcosa da bere

poi quando con gli occhi che vanno socchiudendosi
mi stendo come un panno sul mio letto, disfatto
e mi sento sfatto dopo tanto, errare, erroneamente

e continuamente registrato. E amaramente
insoddisfatto per cio' che non riesco ad amare
fino in fondo, che pero' ho bisogno

di un luogo stanziale, dove ritorno
e piano piano al buio con l' aiuto
di farmaci famelici trovo il sonno.

Ho la sensazione di non aver fatto
cio' che avrei dovuto
e di avrer fatto
cio' che non avrei dovuto.

Che poi solo in parte e' cosi'
che come uomo, o bambino,
o essere ancora in fase di sviluppo
non riesco a crescere completamente
comunque.

E fortunatamente nella mia imperfezione
ogni giorno la mia evoluzione
come quella di chi incontro
mi porta a vagabondare, letteralmente.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 09/09/2011 19:59
    apprezzatissima, m'è sfuggita una s
  • loretta margherita citarei il 09/09/2011 19:59
    molto originale apprezzatisima
  • Anonimo il 09/09/2011 16:49
    Per come ti conosco io, Raffaele, questa è una bellissima nota autobiografica... bravissimo!
  • Anonimo il 09/09/2011 16:41
    vagadondare... bighellonare... mi sembra di vederti raf... per fortuna il sorriso di un bimbo, che è poi il sorriso del mondo... ciao carla
  • Giulia Elia il 09/09/2011 09:30
    Caro Raffaele hai fatto un bilancio estivo, ma... non hai dimenticato le premesse di amicizia che hai fatto? Sono scalini appena approcciati, sereni però, allora?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0