username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ricordi color seppia

Lenti tornano stanchi gli antichi ricordi:
fotogrammi sfuocati di scene nel tempo.
Sui prati tappeti di sole,
ed ombre di tigli e di pioppi.
Nei campi il grano ostenta spighe dorate,
e gli olivi foglie d'argento.
Sui pendiì del colle, il colore dei fiori
scivola a valle, mentre nei giardini
sono fiorite le ortensie.
Ali frementi di colorate farfalle, sfioran corolle.
Di là, oltre il piccolo corso del bruno Topino,
delle barbabietole l'odore mi giunge,
fuoriuscendo dal lungho camino.
Giochi di bimbi e rullar di tamburi,
gli sbandieratori in alto lanciano le loro bandiere,
che poi eleganti, riprendon sicuri.
Il cavaliere: "Formica "
prova ad infilare gli anelli,
domani della Quintana si corre la giostra,
e per le contrade sarà giorno di festa.
Sui ricordi, silenziosa scende la sera,
il tiepido vento bacia la terra e l'erba accarezza.
Con lo sguardo perduto nel tempo,
attendo il giunger del sonno.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 14/09/2011 11:53
    il colore dei ricordi... color seppia... immagine sfocate... bellissime le descrizione dei fiori, quasi a sentirne i profumi... risa di bimbi... feste, sagre di paese con abili sbandieratori... che si avviano nelle contrade al rullo dei tamburi... poi scende la sera... i ricordi ritrovano il loro posto mentre con lo sguardo perduto si attende il sonno... ciao capitano... sempre magistrali i tuoi scritti
    ps mi sono lasciata cullare dalle tue parole... spero tu mi voglia perdonare un bacio carla
  • Ada Piras il 09/09/2011 22:05
    Splendida... vera poesia.
  • Evelyn Di Maio il 09/09/2011 10:12
    Che meraviglia questo salto nel passato e quante immagini di serenità!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0