accedi   |   crea nuovo account

Io sono …(fors'anche, chi lo sà!!)

Io sono
Rosa di macchia,
Rosmarino,
Lavanda.
Io sono rifugio,
Solitaria
Capanna,
Barca a vela..
A volte…
A volte volo facendo dei cerchi
A volte il mio bozzolo si schiude
O perdo polline
Dalle ali
A volte stringo maniglie…
O cuscino….
A volte ascolto
L’irrefrenabile subbuglio
Di un anima
Leggera
Entrarmi nelle vene
Lo sapevo?
Io sono..
Io so…
Io amo…

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • laura cuppone il 19/10/2007 09:53
    Gazie Lisa... ogmi tua visita è una traccia... un'orma... e non su una spiaggia..
    forse anche perchè sei tu... l'onda...
    ciao L
  • laura cuppone il 14/10/2007 19:16
    non lo cancello perchè accetto critiche sensate e che si basano sul testo e non sul mio stato d'animo mentre lo scrivevo..
    io ci vedo comunque me...
    ognuno ci vede o meno quello che vuole...
    il cuscino è il senso d'appartenenza... la maniglia quello di totale estraneità...
    tutto qui..
    ciao L
  • carmela arpino il 22/05/2007 12:16
    molto bella la chiusura... da tutta la poesia emerge un che di enigmatico e volitivo che affascina
  • Anonimo il 21/05/2007 12:49
    Lesti fuggiamo nel tempo senza tempo
    mentre via parole e pensieri fissano
    quel che in realtà di fissato non è.
    Coralmente cn Lucantoni mi sento come se tutto scorresse velocemente ed io stessi correndo senza tuttavia muovermi... il ritmo e i termini combaciano con l'irrequietezza e la dinamicità... eppur tutto si ferma all'improvviso dopo ogni "corsa".
  • Luigi Lucantoni il 20/05/2007 21:02
    Più veloci ci muoviamo più lento scorre il tempo per noi rispetto al mondo estreno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0