PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La ragazza alla dispari

La ragazza alla dispari
di colore
arrivo' stanca

a infilar
l'ultimo panno
in lavatrice

e, per stanchezza
come schiava
Ormai di quella casa

da pulir sempre
da cima a fondo
per follia

di anziano ex-nazista
al quale spesso
tirava scudisciate

solo per farlo
sentir ancora vivo
che comunque

non era riuscita
a fargli capire
il suo abominio

ai tempi dell' imperialistico
e iperivalutato dominio
(che la ferocia umana

e' ferocia disumana!
anche nel dimenticare
cio che uno ha fatto).

Cosi' assonnata
fini' nella centriguga
con il sapone superbianco

lavata e gira gira
per due ore, usci' stordita
e sbiancata:

"Mio Dio! Peggio di
Micheal Jackson!
Disse gardandosi

preoccupata allo specchio
Nel mentre, il padron

12

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Grazia Denaro il 26/01/2012 22:50
    Complimenti per aver saputo esplicare l'emarginazione e la prevaricazione d'un essere che si crede superiore perché bianco e discrimina una persona di colore. Bravo Raf.
  • Raffaele Arena il 10/09/2011 16:08
    grazie lore!
  • Anonimo il 10/09/2011 15:09
    Tocca due temi molto delicati: l'emarginazione e la discriminazione... complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0