PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Caterina

Caterina cosa credi
che la vita sia finita
non pensare a ciò che è stato
ma difendi più che puoi
la partita.
Se anche non è andata bene
non ti devi accontentare
non è questo che a tuo figlio
tu domani insegnerai.
E quando ti chiederà
d'insegnarle la strada
della felicità
tu dirai che incomincia
da dove ti trovi
e che a volte è tra i rovi
ma non si ferma mai.
E quando ti chiederà
come fare a capire
se qualcosa non va
tu dirai che lo senti
da quando non credi
che sia quello che vedi
la tua felicità.
Quelle notti che ti svegli
e ti senti troppo sola
e rimani li a pensare
quante volte scappa via
una parola.
Caterina nel cassetto
c'è quel numero che aspetta,
quante volte lo hai già detto
che domani chiamerai...
E quando ti chiederà
d'insegnarle la strada
della felicità
tu dirai che incomincia
da dove ti trovi
e che a volte è tra i rovi
ma non si ferma mai.
E quando ti chiederà
come fare a capire
se qualcosa non va
tu dirai che lo senti
da quando non credi
che sia quello che vedi
la tua felicità.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/08/2012 07:32
    ... una dedica molto sentita,
    complimenti...

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0