PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Creta

Creasti l'uomo plasmando il fango
restasti a guardare mentre stava cedendo
espellesti per sempre colui che aveva disubbidito.

Terra alla terra
polvere alla polvere.

Anime che vagano in cerca del proprio infinito.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 09/02/2012 00:03
    "Anime che vagano in cerca del proprio infinito" ... mi sento anch'io così ... sempre.
  • stella luce il 12/09/2011 23:34
    ... grazie... Dio mi ha plasmata... mi dica allora dove andare... brutto giorno oggi ma grazie per le vostre parole
  • Riccardo Rossi il 12/09/2011 22:59
    Anime in cerca di quell'amore in cui fummo creati, che perdemmo per il nostro egoismo
  • Fabio Mancini il 12/09/2011 21:21
    Quel Dio sottinteso della tua opera non può essere uno spettatore passivo della povertà spirituale dell'uomo. Il nostro Dio è invece co-protagonista della storia dell'umanità. Solo il Signore può trasformare il peccato in grazia e rendere il peccatore più incallito nel Santo più umile! Se non credi nell'uomo o in te stessa, cerca di credere nell'Amore trasformante di Dio! Un bacio gentile, Fabio.
  • Anonimo il 10/09/2011 22:04
    Profonda, profonda e molto sentita. Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0