username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Alla sera

Come sei dolce
o sera che vieni
a portarmi la luna e la pace,
ora dormono i rancori
e il paese intorno tutto tace.

Placida la natura si risveglia
e gorgoglia il rivo
tra un gracidar di rane
ed uno strider di grilli
e si rincorre dei cani l'ululato
e si perde sui tetti il miagolio
di un gatto innamorato.

Mi sento immerso nell'immenso
e si intenerisce il cuore
e il mondo tutto
mi par racchiuso in una stella.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Ettore Vita il 12/09/2011 17:34
    Ero un ragazzo di liceo quando la scrissi... ma rifuggo da qualsiasi moda o corrente... ho un vocabolario limitato e uno stile semplice... solo il cuore è un guazzabuglio...
    Grazie delle belle parole e ricambio i saluti, Ettore
  • Anonimo il 12/09/2011 17:13
    Bene, molto bene. Un poetare classico, ma che mi affascina (anche se nasco di stile ermetico).
    Ti seguirò molto volentieri. Cordialmente, Federica.
  • Flavia Castelli il 11/09/2011 09:22
    molto molto bella, complimenti!
  • rosaria esposito il 10/09/2011 21:34
    mi piace moltissimo... dolce sera... il mondo racchiuso in una stella.. la mia...
  • silvana capelli il 10/09/2011 20:39
    BELLA! UNA STUPENDA DESCRIZIONE DELL'INTERCALARE DELLA SERA D'ESTATE.
    CON LA PACE NEL CUORE È ANCORA PIU' DOLCE E MAGICA. MI PIACE, BRAVO!
    UN CARO SALUTO

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0