accedi   |   crea nuovo account

Cronos

Indugio struggendomi nell'istante che incombe,
l'attesa agrodolce della tua presenza.
Il telefono tace e vano invoco il suo stormire.
Nel mio smarrimento ho trovato la terra e infine, la pace.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/09/2012 10:08
    ... originale
    specie la disposizione
    dei versi,
    complimenti..

2 commenti:

  • Anonimo il 26/09/2011 10:21
    attesa agrodolce... rende bene l'idea... della gioia che si prova sperando che ciò che aspettiamo arrivi... nello stesso tempo... un istante dopo lo smarrimento la delusione per ciò che non è arrivato... complimenti carla
    ps Ugo ha ben detto bello l'accostamento del vocabolo"stormire" legato al trillo del telefono...
  • Ugo Mastrogiovanni il 11/09/2011 18:23
    MI piace quello "stormire" del telefono, poesia breve carina.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0