accedi   |   crea nuovo account

Distanze

Mangi, dormi, parli, lavori
-non ti salveranno da me faccende e risa-

Sogni, guidi il desiderio, voli
-mi vedrai sorriderti come spettro
tra un uscio e l'altro dei due mondi-

Urli per non sentirmi
sono dentro di te!
-e canto ancora le nostre
Distanze.-

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 14/02/2012 00:43
    "urli per non sentirmi, sono dentro di te" ... mamma mia, affascinante come passaggio. Poesia perfetta!
  • Bruno Briasco il 17/09/2011 17:34
    Molto bella, non c'è che dire... quasi rabbiosa... ma, come dice Loretta, intensa.
  • franco picini il 14/09/2011 22:07
    Siamo solo quel che facciamo?! La nostra vita è nel mangiare, parlare, lavorare? É tutta nei nostri sogni o nei desideri? Forse, ma solo per una semplice parte. C'è, ad una inevitabile distanza da noi, qualcosa da cui vorremmo salvarci e a nulla serve distrarci da essa. Perché essa ritorna e a nulla servono le nostre grida. É così per tante cose. È così per gli aspetti che non ci piacciono di noi, per le nostre paure, per le esperienze inaccettabili e, innanzitutto, per la regina delle indesiderate... la morte.
    Lei sì che si sa mantenere a distanza senza farsi mai dimenticare. Forse non è così, ma a me è piaciuto leggere in questo modo la tua bellissima poesia.
  • laura cuppone il 13/09/2011 23:56
    hehehhehehehehe
    touché!
  • Michelangelo Cervellera il 13/09/2011 23:49
    forse in questo momento hai bisogno di un cornetto acustico, cosi torni a "sentirti" come sei veramente.
    Michelangelo
  • laura cuppone il 13/09/2011 23:46
    Micky, hai colto...
    una interpretazione calzante!

    grazie. ehm per i complimenti, ma proprio da "radiosa" in poi non mi ci sento per niente
    grazie infinite a tutti!!!!
    Laura
  • Michelangelo Cervellera il 12/09/2011 21:47
    Ciao Lau, è una poesia che sento rivolta a te stessa ove le distanze sono tra quello che fai, costretta dalla vita e quella che sei veramente, radiosa e sorridente, profonda e intelligente.
    Un abbraccio e un bacio. A presto,
    Michelangelo
  • loretta margherita citarei il 12/09/2011 21:12
    molto bella intensa brava laura
  • Anonimo il 12/09/2011 13:44
    Distanze che sembrano immense e invece, di solito, si toccano, tanto sono vicine.
  • Dolce Sorriso il 12/09/2011 12:03
    Lauretta cara,
    non c'è molto da dire,è una poesia molto bella, in pochi versi hai detto, raccontato il tuo sentire.
    Sempre bravissima
    un abbraccio di cuore
    Anna.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0