accedi   |   crea nuovo account

Dolce donzella

Rapito dal tuo viso.
Fulminato dal tuo sguardo.
Accecato dai tuoi occhi chiari.
Consumato nel mio amore.
Nessun arma per difendermi.
Tutto di tè mi cattura.
Provo a liberarmi,
Cercare di non chiamarti,
Provare a non vederti,
Per ritrovarmi in una tempesta,
In un turbinio di malinconia,
Estrema soglia prima della follia.
E capire l'arcano dilemma:
Una cosa di tè cattura...
... L'intelletto.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Ada Piras il 13/09/2011 21:20
    Scusa ho acceso ora le stellne... quello che dici è vero... sono contenta per te. Ada
  • Salvatore Maucieri il 13/09/2011 21:03
    Cara Ada, in questo tempo di solo "Apparire" tutti cerchiamo la bellezza esteriore. Ho avuto la fortuna di conoscere una persona che mi ha catturato con l'intelletto e ti posso dire che mi gratifica più dell'aspetto esteriore.
  • Ada Piras il 13/09/2011 20:42
    Non è poco... l'intelletto! Bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0