PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mendicante

Fuori alla Chiesa
seduto sulla scalinata
vestito di stracci
la mano ruvida tesa
la bocca ferma sigillata
aspetta della Messa la fine,
l'uscita lenta dei pagliacci
inondati di fervido calore
con una mano in tasca
l'altra diretta sul cuore.

Purificati d'ogni peccato
lenti scendono le scale
-che noia quel fagotto inurbato
sembra stampato sul sagrato.
Lui sale i gradini s'avvicina,
si toglie il cappello con dignità
forse saluta forse ringrazia
chissà, alla luce del cielo
sulla testa è dipinta una Croce
una voce flebile di carità.
Magari è un' eco sognata
nella penombra del campanile
oppure un richiamo, un altolà.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 13/09/2011 21:27
    non farei di tuta l'erba un fascio... ci sono anche persone attente a chi soffre e che rispettano la dignità dell'uomo... chiunque esso sia...
  • Ada Piras il 13/09/2011 21:12
    Mi piace molto..."l'uscita lenta dei paglicci."Forte..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0