PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Imperterrita è la notte

Imperterrita è la notte

come imperterrita è quella strada
e quella solita striscia bianca
che scompare sotto di me.

Dita scheletriche
sembrano ormai
i rami degli alberi.

Uniformi
e sempre più in sfuggita
sono i volti e le luci
che vedo dal mio finestrino posteriore.

Il mio amico indugia alla guida là
dove il confine è segnato


dove in genere torniamo indietro
e tutto va in polvere.

"Non ti fermare Figlio di puttana, non ti fermare."
gli dico.

Perché il tempo
scorre inesorabile
sulla giostra

si gira
si gira
si gira

ma infondo non ci si muove mai.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • STEFANO ROSSI il 16/09/2011 18:24
    Grazie Francesca ho letto le tue poesie e le trovo bellissime. COMPLIMENTI ANCHE A TE
  • Francesca La Torre il 16/09/2011 18:11
    Bella, il tempo e' veramente il padrone assoluto"scorre inesorabile" anche io ho scritto una poesia sul tmpo e la penso come te. Piaciuta.
  • STEFANO ROSSI il 16/09/2011 16:13
    tra l'altro UN GRANDE AUTORE!!!!!
    ACCIDENTI. Grazie mille per il complimento!
  • Anonimo il 16/09/2011 16:00
    "Non ti fermare Figlio di puttana" "Non ti fermare" gli dico.
    Perché il tempo scorre inesorabile sulla giostra, si gira, si gira, si gira ma infondo non ci si muove mai.
    Mi sembra quasi di sentire le parole di Kerouac in questa poesia
  • Raffaele Arena il 15/09/2011 00:21
    Bellissimo componimento, queste figure incorciate quasi senza volto, come un quadro in stile "L'urlo" che per stanchezza non ricordo ora l'autore. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0