PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il suo posto

Dovrei avere gratitudine
per questo dolore
che vivo
compagno di giornate
notti svegliate
senza ragione
senza logica
se non la mia.

Dovrei essergli riconoscente anche
se non altro perché
ho imparato
maestro completo

quando arrivava e quando andava via
qualcosa si prendeva
qualcosa mi lasciava
confrontandomi
ragionandomi
bottiglie di vino
bottiglie di sangue.

Se sono è anche grazie ai suoi
oracoli
la gratitudine non la conosco
è chiusa con la porta in faccia a l'unica cosa che
conosco bene

il mio dolore, amico mio.

Ha un posto nell'anima

il suo posto preciso.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 15/09/2011 11:03
    Complimenti Giuseppe... sei riuscito a farmi venire la pelle d'oca!
    Bellissima!!!!
  • Federica Cavalera il 15/09/2011 09:53
    Sensazioni uniche questa tua lirica molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0