accedi   |   crea nuovo account

Raminghi dell'anima

Romantici
cantastorie
visionari
sognatori,
da cieli spenti
da altalene vuote
spigolosi silenzi
feriscono
l'odore
delle sinfonie,
muti suoni
abbracciano
affreschi
tratteggi
sogni,
saziate ancora
biblioteche impolverate,
gallerie stinte,
menti disadorne.

Cantate ancora
zingari dell'anima
custodi dei sensi.

 

l'autore Michelangelo Cervellera ha riportato queste note sull'opera

È una dedica agli amici che scrivono o scrivevano su questo sito, con cui ci si incontra due volte l'anno. Gli incontri sono stati a Ferrara, Torino, Roma, Trieste, Cagliari, Milano, Venezia, Bologna.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Michelangelo Cervellera il 01/10/2011 21:48
    Ada! Come sono felice di risentirti. Grazie,
    Un bacio,
    Michelangelo
  • Ada FIRINO il 01/10/2011 19:42
    Quanto mi piace "zingari dell'anima"!
    Bravo! Bravo!
  • Michelangelo Cervellera il 29/09/2011 19:30
    Certo che ci sarai a Cagliari Ignazio, non si può mancare.
    Grazie di essere passato ancora da me.
    Un abbraccio anche a te,
    Michelangelo
  • Aedo il 29/09/2011 18:23
    Sì, siamo cantastorie dell'anima, perché crediamo ancora nei sogni. Grazie, Michelangelo, per aver dedicato questa tua poesia ai frequentatori dei meravigliosi incontri. Spero di esserci a Cagliari.
    Un abbraccio
  • Michelangelo Cervellera il 17/09/2011 19:28
    Bravo Adamo, continuiamo ad illuminarci.
    Ciao amico.
    Michelangelo
  • Michelangelo Cervellera il 17/09/2011 19:26
    Grazie Sorriso, anche tu la possima volta vieni vero?
    Michelangelo
  • Michelangelo Cervellera il 17/09/2011 19:25
    Terry grazie, è vero siamo felici ogni volta che ci abbracciamo.
    Grazie gigante,
    Michelangelo
  • Adamo Musella il 17/09/2011 19:22
    Sanno scrivere colore nel cielo scuro, sanno sorridere per dare speranza, sanno questi poeti fare di ogni viaggio un'occasione da ricordare per sempre. Amico, amici gitani continuiamo ad illuminarci ogni volta. Bravo Michelangelo.
  • Dolce Sorriso il 16/09/2011 23:17
    bravo Michy... una dedica bellissima... per poeti speciali
    bravo!
  • terry Deleo il 16/09/2011 18:25
    Grazie Miche! Sì, siamo zingari... e felici ogni volta che riusciamo ad abbracciarci.
    E tu sei un fiume in piena... di versi!
    un abbraccio
    terry
  • Michelangelo Cervellera il 16/09/2011 16:29
    Proprio così Ada, è una felicità immensa incontrarci ogni volta.
    Michelangelo
  • Ada FIRINO il 16/09/2011 16:26
    Parole appropriate, Michi, e Nelida ha ragione. Raminghi, ma sempre con la luce negli occhi e la gioia nell'anima ad ogni nuovo incontro, sapendo che ci unisce un unico denominatore: il nostro cuore, romantico, cantastorie e sognatore che ogni volta di più distilla gocce d'amore e di felicità per lo stare insieme.
  • Michelangelo Cervellera il 15/09/2011 22:56
    Nel, la felicità come sai è reciproca, quando c'incontriamo è sempre un palpitare del cuore per quello che ognuno di noi riesce dare all'altro. Si, raminghi e zingari, difficile trovare stabilità nel nostro essere, abbiamo bisogno l'uno dell'altro.
    Un abbraccio forte,
    Michelangelo
  • Anonimo il 15/09/2011 17:26
    Grazie Mike, per questa pregna come un urlo di rivolta.
    Hai ragione di chiamarci "raminghi e zingari".
    Penso sia questa la nostra missione, dovere, piacere...
    Un abbraccio, quello nostro, di veterani, forse con qualche acciacco, ma presenti sul campo, finché l'energia ci muoverà gli uni verso gli altri, con generosità e tanto affetto.
    Ti voglio bene e sono molto felice per averti incontrato sul mio cammino
    Nelida

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0