PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rosso tramonto

La tua voce un folle ricordo,
immagini passate, amare, senza ritorno
affogate nel mare, scomparse in un secondo.
Patetici pensieri attraversano il mio corpo,
sono vagabondo per il mondo
come una nave senza porto,
come un figlio senza madre,
come un'amore privo di parole,
come questa dannata nostalgia che resiste non và via.
La gente vaneggia che ci saranno tempi migliori
ma io non li voglio io voglio i peggiori
e non m'interessa se dovrò soffrire
non importa se mi sembrerà di morire,
io voglio poter decidere,
io voglio poter tornare indietro
per uccidere tutte le mie sicurezze
per prendere in giro la mia patetica ingenuità
per non rimanere l'illuso di sempre,
il pagliaccio del niente.
I miei ricordi saranno un folle percorso,
le mie speranze un rosso tramonto.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • rocca paolo il 16/09/2011 23:55
    Grazie Stella luce per il tuo commento, in certe situazione e' "bello" non sentirsi soli...
  • stella luce il 16/09/2011 17:44
    Un opera molto forte in cui mi ritrovo... vedi non serve tornare indietro, poi per cosa? per non vivere neppure uno degli attimi di gioia che di certo hai vissuto? ... non sei stato un pagliaccio hai vissuto... davvero parole forti che sento molto mie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0