PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bachi del male

Come sogno stralci
messi avare dispiegate
in quell'affossar vento l'onda
del variegar sbianca
quel male avverso che ti schianta

dolori come bozzoli di baco
in quel filar sussulti invano
scrosci di consensi danno mano
in quell'ingabbiar tormenti vago

torbide lussurie
a mescolar tra fosse settiche
che dai lordumi quel marcir s'attesta
e guai a fare festa se tolte l'angherie
t'appresti a riposare.

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 07/07/2015 19:01
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria davvero!

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 16/09/2011 19:59
    splendida leggerti è piacevolissimo
  • Cinzia Gargiulo il 16/09/2011 18:53
    Una poesia avvincente, gradevolissima alla lettura che si lascia apprezzare per contenuto e forma...
  • Pasquale Martino il 16/09/2011 16:30
    È gratificante un commento che scava nell'intimo dell'opera e ne apprezza la struttura, grazie!
  • Anonimo il 16/09/2011 16:24
    I miei più sentiti complimenti, è stupenda! Lirica e struggente, strutturalmente buona, un lessico invidiabile. Per quanto riguarda l'immagine dei bachi da seta... Non so proprio che dire... Sono forti, eppure così lievi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0