PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sole con la luna storta

"La luna da tempo con lui si lamentava:
"Capisco che ti hanno ammalato
con tutti gli esperimenti nucleari

produzione di auto e industrie inverosimile
prodotti da loro derivati a non finire
per inquinare tutti i mari e l' aria e me

che mi hanno pure calpestato! Insomma

ti decidi ad intervenire!" che il sole sornione
raffreddato restava rabbuiato, che per un sole
non si e' mai vista una cosa del genere.

E la luna ebbe l' idea di come farlo reagire,
per l' indomani gli preparo un caffe doppio lungo forte!
cosicche' il sole con la luna storta accanto

ando' su tutte le furie e lui che non parlava mai
passo' all' azione. Obbiettivo: il parente Terra,
saette di raggi solari a fulminare sui potenti

uomini, extraterrestri, spiriti e malvagi
visibili e invisibili. Raggi d' amore
verso i bambini buoni e positivi

ora Gaia di nuovo Gaia era in mano loro.
Genitori e non, adulti e ragazzi capirono
la lezione. In ogni stato fu eletto presidente

un bambino mssimo dell' eta' dieci anni
ed eran sempre con un sorriso, saggio e sincero,
e divertito divertendo gli abitanti del pianeta

sparite armi di distruzione di massa, centrali a carbone
pozzi petroliferi, fu istituita la regola di non usar
corrente elettrica e nemmeno il cemento.

Le scuole nei giardini, le case fatte da alberi caduti
e poi niente militari, polizia di stato, agenti segreti
calciatori, attori, spettatori, era tutto nel tutto

senza finzione e soddisfazione del benessere individuale
che anche abolita fu, la legge marziale.
Perfino in Cina cambiaron le cose

La Luna fece si che non ci fossero più troppe alte maree
che gli tzunami, ad oc, erano stati organizzati
dai malvagi umani. Gli animali avevano il luogo dove

riposare in eterno e bandita come cibo la carne
che ora era l' amore l' unica fonte di sussistenza
e per tutti ce n' era più che a sufficienza"

"Mario, e' quasi l' alba, basta di parlar in modo fantastico
utopico e impossibile!" Disse Antonio, il cattivo, infuriato
fu uno dei tanti dal sole all'alba nuova cabonizzato.

 

1
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 11/08/2012 07:49
    Magari il mondo fosse davvero così: niente sprechi, bambini al potere, vietato l'uso di armi e il ricorso agli eserciti e tanto altro. Un modo semplice ed ironico per spiegare un punto di vista largamente condivisibile.

7 commenti:

  • Anonimo il 17/09/2011 11:35
    Mi trovo d'accordo con i commenti di chi mi ha preceduto... sempre bravissimo, Raffaele... complimenti!
  • Anonimo il 16/09/2011 23:49
    Credo che prima di me abbiano ben sviluppato il tuo pensiero. Bravo!

    P. s: L'avrei posto come racconto, ma sai è solo un mio parere.
  • STEFANO ROSSI il 16/09/2011 21:36
    Bella! mi fanno sempre sorridere i tuoi racconti. Continua cosi Raffa.
  • ernesto musiari il 16/09/2011 17:03
    molto bella complimenti!!!
  • stella luce il 16/09/2011 16:53
    bellissima descrizione di come molte persone dovrebbero finire visto il poco rispetto per questo mondo... spesso l'uomo si dimentica di tutto il bello che la terra ci dona e si pensa che tutto ci sia dovuto... nulla ci è dovuto siamo di passaggio e mi dico ma basta guardare i bambini per capire che il mondo che gli lasciamo non come noi lo abbiamo trovato... insomma basterebbe essere solo un poco più sensibili al bello della natura e non si potrebbe che amarla e rispettarla...
  • Anonimo il 16/09/2011 16:08
    bellissima favola a lieto fine... mi ha fatto piacere leggere parole positive e piene di speranza...
  • Evelyn Di Maio il 16/09/2011 10:50
    Magari fosse così.. Bella veramente e ricca di emozioni, mi ha fatto rabbrividire fino in fondo al cuore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0