accedi   |   crea nuovo account

Rùach ( spirito )

Venne cavalcando come un Cherubino

spirito forte e poderoso,

divenne tenera brezza sul mio viso, carezza che fece irritire la mia pelle

si fece leggero venticello di quello che scuote e fa sventolare




Si arrabbiò e divenne temporale estivo

si adirò e divenne turbine, si accese d'ira e si fece burrasca

alzò le masse della terra con la potenza del fiume in piena



Vestì il terrore della tempesta, scosse la terra dai suoi fondamenti

pizzicò la sua pelle e fece le altezze




Divenne vasaio e il mondo la sua argilla : modellò , scolpì , sprofondò , compresse.

Non gli bastò divenne creatore

ritagliò lo spazio, lo distese come fa la massaia


lo ancorò ai cieli e fece punti di sutura

il fuoco delle stelle non lo bruciarono

il gelido nulla non lo seppe ighiottire

la distesa lo fece sorridere

non ebbe paura del sapere



Si mostrò abile artigiano

ritagliò i venti

dosò la materia

Ripercorse la sua strada a ritroso

asciugò le goccie dal viso dei bambini

la sua mano sorresse i vecchi come tenero angelo bianco, come piuma di gabbiano in volo

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • luigi granito il 27/09/2011 19:27
    Giusto Carla, la tua definizione è perfetta
  • Anonimo il 22/09/2011 10:37
    parola ebraica per significare spirito... spirito della natura... spirito santo... molto bella
    piena di significato... luigi molto intensa... carla
    ps per quanto è bella pochi commenti...
  • Ada Piras il 16/09/2011 22:41
    Bellissimo questo spirito che si trasmorma fino a diventare piuma...
    Tanto tanto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0