accedi   |   crea nuovo account

Inno alla vita

I semi sparsi nel giardino del tempo,
crescono come rose e orchidee.
Ognuna racconta una storia d'amore spento,
consumata dalle stagioni epicuree.

Si avvicina l'autunno,
e il campo dei fiori brilla lontano,
ma la rosa più bella la tengo per mano.

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 21/10/2014 01:44
    Pensieri che si posano sui giardini del tempo e vedono in ogni fiore
    un amore che fu. Ma la stagione nuova lascia intravedere luci lontane mentre quella più splendente già la tieni per mano. Versi bellissimi. Complimenti.

5 commenti:

  • Ada Piras il 18/09/2011 21:08
    Una rosa che hai colto pure col dolore, ma così piena di vita nella tua mano.
    Molto bella...
  • Anonimo il 18/09/2011 14:40
    Ognuna racconta una storia d'amore spento,
    consumata dalle stagioni epicuree.
    complimenti per questa poesia.
  • Marianna Sabia il 18/09/2011 11:43
    Una vita che accoglie tutto ciò che le succede. Suggestiva e toccante. Complimenti.
  • Rumeno Ozi Randagie il 18/09/2011 00:34
    Cara mia, la sto stringendo forte con tutte le spine. Comunque grazie del commento. Molto sentito.
  • Anna Rossi il 17/09/2011 23:33
    stringila! difendila! e che nessuno osi nemmeno sfiorarla...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0