accedi   |   crea nuovo account

e lei capì

Capì che s era fatta sera dal cielo e dai sentieri. scrutò tra i suoi ricordi e vide che capiva.
Capiva e soffriva, vagava e soffriva, capiva.
Più andava dietro con le gambe, più il sole scendeva e l’accudiva; più soffriva e ancora capiva.
Allora si riposò, stendendo corpo e mente sugli aghi molli di quel sole. Chiuse le mani come per picchiare o stringere la notte, che intanto giù saliva dal villaggio. Le belve fecero per sbranarla prima, l’accarezzarono poi, svegliandola di soprassalto. Del giorno nuovo, lei prese tutto. raggi, canti e fiori aperti. Fu allora che capì , libera da sofferenze e turbamenti.
Fu allora che m’innamorai.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Ada Piras il 28/08/2011 17:28
    È SPLENDIDA... Fu allore che mi innamorai.
  • Ada Piras il 28/08/2011 17:27
    È SPLENDIDA... Fu allora che mi innamorai
  • Anonimo il 10/09/2010 13:49
    la trovo una poesia da brivido. l'italiano è (spero) volutamente approssimativo ma la vibrazione ha vibrato.
  • Anonimo il 07/06/2010 17:03
    Fu allora che m'innamorai... bella
  • antonio iovino il 28/07/2009 19:24
    davvero ottima come poesia
  • white oleander il 29/06/2008 16:04
    Bella.. toccante... struggente... l'alba torna sempre dopo il tramonto.. i miei complimenti... saluti dalla Sicilia
  • Stella La Rosa il 04/04/2008 10:05
    Molto emozionante! bravo
  • roberto mestrone il 21/05/2007 14:27
    Ho letto anche ''Ho smesso''.
    Sei molto chiuso, nell'esternare i tuoi sentimenti.. ma i tuoi pensieri sono intensi, vivi!
    Ho votato alto; vedo nessun altro commento, ma resta una votazione media molto bassa; continua lo stillicidio di voti anonimi (senza commenti) che denuncia l'immaturità di qualche lettore a palesare il proprio pensiero con onestà.
    Tu, Luca, non ti scoraggiare e continua a scrivere; la voce gracchiante e senza suono dei corvi non ha valore...
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0