accedi   |   crea nuovo account

Polvere fra cielo e terra abbracci ricordi

Aprirsi la strada,
legata al cielo da ribelli abbracci di polvere,
grappoli sciroppi oli mai troppi
spremuti gustati centellinati
ricordi nati orditi ingoiati e mai digeriti
nodi così dolci in gola,
tracimante marea dagli occhi cola,
densa pensa,
morir vorrebbe perfetta e tersa
ma il suo scorrere è a farmi vivere.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 19/09/2011 10:36
    Cosa saremmo senza ricordi... ogni sorriso, ogni pianto sarebbero, nel presente, vuoti... ricordare è imparare è sperare... uno sguardo nel passato e uno nel futuro per vivere con tutta la consapevolezza di quell'attimo fuggente...
    M. G.
  • karen tognini il 19/09/2011 09:42
    Sempre piacevole leggerti Simone... davvero bella la tua poesia...
    ciaoooo
    k
  • laura marchetti il 19/09/2011 09:41
    ricordare è vivere e ne so qualcosa... piangere no, non è morire... dolcissimo e profondo amico di penna e di vita...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0